Zooplus +41% in Borsa dopo l’offerta da 2,8 miliardi di Hellman&Friedman

Zooplus, l’e-commerce dedicato ai prodotti per animali nato nel 1999, con sede a Monaco di Baviera, dirà addio alla Borsa dopo oltre 13 anni, passando sotto il controllo del private equity americano Hellman&Friedman, che ha lanciato un’offerta pubblica di acquisto da 2,8 miliardi di euro. Secondo il fondatore e ceo di Zooplus, Cornelius Patt, così sarà più facile realizzare i nuovi progetti di crescita che saranno sostenuti finanziariamente, e nel lungo termine, da H&F. Agli investitori istituzionali, oggi tra i soci rilevanti, andrà una interessante plusvalenza, l’opa infatti a 390 euro per azione implica un valutazione diluita del patrimonio netto di circa 3 miliardi di euro, ovvero un premio del 50% sul prezzo medio delle azioni ponderato per il volume di tre mesi e del 34% ai massimi in chiusura di tutti i tempi.

Ma al mercato sembra non bastare e il titolo, quotato al listino Xetra di Francoforte, è schizzato in rialzo del 40% e ha chiuso con un guadagno del 40,7% a 392 euro. I manager che detengono il 5% e Maxburg Beteiligungen con il suo 9,94% hanno già assicurato il loro sostegno e complessivamente H&F ha avuto l’impegno alla sottoscrizione da parte del 17% del capitale ma ha già detto che si accontenterà del 50% delle adesioni.

Il cda ha già dato parere favorevole. «Con Hellman & Friedman, acquisiamo ulteriori competenze di settore, supporto pratico, flessibilità finanziaria e attenzione a lungo termine. Siamo convinti che l’attuale ambiente di mercato richieda una chiara focalizzazione sul lungo periodo dando priorità alla crescita sostenibile e agli investimenti che creano valore prima degli utili a breve e medio termine», ha commentato Patt.

«Riteniamo che questa transazione andrà a vantaggio in modo significativo dei nostri clienti, partner e dipendenti offrendo valore immediato ai nostri azionisti», ha aggiunto Karl-Heinz Holland, presidente del consiglio di sorveglianza di Zooplus. «Siamo nella posizione ideale per aiutare Zooplus a implementare le iniziative necessarie per adattarsi a un panorama di mercato sempre più competitivo con grandi piattaforme di e-commerce generaliste e catene di negozi di animali omnicanale ricerca di quote di mercato online. La nostra partnership strategica mira a consentire all’azienda di accelerare il ritmo degli investimenti», non solo nei prodotti ma nella logistica e nelle infrastrutture, hanno sottolineato da parte di H&F Stefan Goetz e Adrien Motte.

Il pet shop online tedesco negli ultimi anni è arrivato a competere con Amazon e ora vende in 30 paesi europei. Ha chiuso il 2020 con 1,8 miliardi di ricavi (+1,8%) e una redditività quintuplicata. L’obiettivo di vendite per il 2025 si attesta tra 3,4 e 3,8 miliardi di euro, con un margine Ebitda di almeno il 4 per cento.

Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *